CHIESA DELLA MADONNA DELLE VANELLE

Venne benedetta ed aperta al culto il 7 Settembre 1635. Nel 1700 si hanno le prime notizie della Confraternita di Maria SS. delle Vanelle. La fondazione di questa Chiesa Ŕ circondata da una leggenda  secondo la quale si dice che un alto personaggio trasportato in lettiga, stava per essere travolto dalle acque e si salva, per questo, venne costruita per volontÓ dello stesso Principe di Cattolica Eraclea, Vicario generale del Regno, che intorno al 1630 salvatosi da un torrente in piena, promosse l'edificazione del santuario, per sciogliere un voto fatto dopo essere scampato al pericolo di annegamento nel vicino torrente. Nel 1872 viene rifatta la facciata e, nel 1950, viene costruito il campanile. L'organismo ha impianto longitudinale ad unica navata coperta con volta a botte lunettata. La struttura Ŕ in pietra da taglio, all'esterno lasciata a faccia vista, all'interno ricoperta da stucchi. Sull'altare maggiore Ŕ situato un gruppo scultore in legno di pioppo rappresentante la Madonna con il Bambino e San Michele Arcangelo.
Vi sono alcuni dipinti del pittore di Mussomeli Salvatore Frangiamore (1853-1915) e di Domenico Provenzano, Ŕ sita in Via delle Vanelle.

 

EDICOLA- MADONNA DELLE VANELLE

TORNA A VIDEO DELLE CHIESE

   TORNA ALLA HOME PAGE